Contro la Tiber inizia anche l’Under18

Parziali: 21-10/14-19/12-14/15-8

Tiber: Borgna 8, Serini 6, Angelini 12, Bonomi 7, Vittorio 0, Novi 1, Frau 0, Barbieri 3, Serra 7, Venturi 8, Colavita 2, Luca 8

Basket Roma Nord: Dias Gomes 10, Zoli 13, Sansone 14, Rodinò 6, Cerciello 2, Angelucci 4, Farinola 2, Vitale di Mauro, Della Ragione, De Candia, Napoleoni. All. Bonistalli

I ragazzi di Coach Bonistalli si presentano puntuali e determinati nello storico PalaDonati, ad accoglierli la formazione di casa in bianco arancio per l’occasione. L’arbitro della partita è Fruscoloni di Roma.

La palla a due la vincono gli avversari che partono anche meglio dal punto di vista realizzativo, due buone penetrazioni e un appoggio semplice aprono il primo parziale dell’incontro 6-0. Dall’altra parte, la palla gira ma le conclusioni sono imprecise, sblocca i tabellini Dias Gomes da oltre l’arco che inaugura una serata positiva dalla lunga distanza per i nostri ragazzi. La Tiber non rimane a guardare, accetta la sfida e risponde con la stessa moneta. Sei punti anche per loro dai 6.75. Primo quarto 21-10.

Al rientro in campo il Roma Nord è più vivo che mai, corre, lotta su ogni pallone, penetra e trova li scarichi giusti. La sfida da 3pt continua e scendono in cattedra Dias Gomes ancora per una e  Rodinò per ben due volte di fila. Dall’altra parte qualche disattenzione difensiva e un buon giro palla permette agli avversari di mantenere un piccolo margine di distacco ed è allora capitan Sansone che si prende la responsabilità di ricucire. Suoi gli ultimi  dieci punti del quarto. Poco prima dell’intervallo lungo il punteggio è 29 – 32, ma la Tiber ha l’ultimo possesso da giocare e lo capitalizza nel migliore dei modi. 29 – 35 a metà tempo.

Nel terzo quarto il Roma Nord continua a crescere, stringe le maglie difensive e aumenta il numero delle conclusioni più semplici. Cerciello e De Candia recuperano molti palloni e lanciano dalla difesa in contropiede Zoli che non ci pensa su e appoggia diversi punti a tabellone. Primo vantaggio Roma Nord, con la Tiber costretta al time-out. Al rientro il passivo aumenta per i padroni di casa, ci pensa infatti Sansone che si alza da tre in transizione e chiede di potersi iscrivere alla sessione di tiro da oltre l’arco. Concesso, trova il fondo della retina! Finale terzo periodo 43 – 46.

Sale la tensione agonistica, la Tiber è però abituata ai finali al cardio palma, quindi continua ad amministrare senza troppi patemi. Coach Santucci imposta una 2-3 e prova a rallentare il gioco. Scelta audace, date le percentuali dei nostri ma efficace visti i risultati. Il punteggio è bloccato e i padroni di casa giocano la carta Serini, il numero 35 esce dalla panchina ed entra per la prima volta in campo. Ha visto fino ad ora bei tiri dai 6.75 da parte di entrambe le squadre e allora perché non provarci!? Due pesantissime bombe in fila gelano i nostri ragazzi a questo punto bloccati sul lato realizzativo e con qualche punto di troppo lasciato sul personale. Ora la Tiber si riporta avanti e nell’ultimo minuto non troviamo le giuste occasioni per risalire la china. Nell’ultimo possesso arriva anche la ciliegina che regala alla squadra più esperta i due punti e forse un parziale eccessivo di +11 rispetto a quanto visto in campo. 62 – 51 al termine.

I complimenti vanno a entrambe le squadra per la bella partita disputata e il Roma Nord ne è consapevole ma ci pensa Rodinò a tenere stretti i ranghi nello spogliatoio. Così nel post partita: “Siamo contenti per la buona gara ma usciamo comunque dal palazzetto sconfitti, a lavoro allora martedì e pronti Giovedì contro Montesacro” sulla carta tra le prime forze di questo girone.

Written by

Seguici ovunque!
Metti un "like" sulla nostra pagina Facebook o diventa un nostro "follower" su Twitter!